Jamila, 8 anni, nata a Monrovia, capitale della Liberia, è una degli ultimi piccoli malati di cuore che siamo riusciti ad aiutare.

Jamila vive presso la missione “Saint Josephine Bakita”. Dopo la morte del padre, la madre l’ha abbandonata alle cure del nonno che, non potendo accudire la piccola, l’ha affidata alle Suore della Carità di Madre Teresa. Quando le condizioni della bambina sono leggermente migliorate, nel 2013, le Suore hanno chiesto alla missione di accoglierla.

Nel 2015 anche il nonno di Jamila è deceduto e non siamo a conoscenza di nessun altro parente della bambina.

È nel 2018 che lo stato di salute di Jamila è seriamente peggiorato e per più di un mese è stata ricoverata per una grave infezione al cuore. Dopo diversi consulti e accertamenti, la diagnosi per Jamila era di una grave cardiopatia che richiedeva la sostituzione di una valvola. Senza questo intervento la piccola sarebbe sicuramente morta.

Questa estate la Comunità Cenacolo – Associazione San Lorenzo onlus si è rivolta a Cuore Fratello per ridonare una speranza di vita a Jamila. A settembre, grazie a questa collaborazione siamo riusciti ad accogliere la bambina in Italia, dove ha ricevuto tutte le cure necessarie.

Oggi ci prepariamo a salutarla. Felici di vederla guarita, auguriamo a Jamila che questo sia per lei un nuovo inizio. Buona vita!

Nella foto: Jamila con Don Stefano, Paola e le suore della Comunità Cenacolo – Associazione San Lorenzo onlus